Valle di Gressoney

La Birra e la Valle di Gressoney

Storie di imprenditori Gressonari

Di: Gressoney Monterosa

Villa Menabrea

La Valle del Lys, in particolare Gressoney, vanta una lunga storia legata direttamente e indirettamente alla Birra, che risale a prima dell'unità d'Italia.

A Gressoney i campi coltivati a cereali erano moltissimi e presenti fino a quota 1800, grazie a condizioni climatiche più favorevoli rispetto a oggi. A conferma del raccolto abbondante sta il fatto che la produzione di orzo permise persino l'installazione da parte di Victor Thumiger di un birrificio in località Bòrgòfier.

In un periodo in cui, in Italia, la birra è  vista come qualcosa di esotico a causa dell'importante e rinomata produzione vinicola, I Gressonari diventano pionieri nella produzione e commercializzazione di questa antica bevanda, questo probabilmente grazie ai lunghi rapporti migratori del popolo Walser con la Germania che già dal medioevo possedeva una cultura birraia.   

Nel 1846 un certo sig. Welf di Gressoney assieme ai fratelli Antonio e Gian Battista Caraccio di Biella fondano quella che diventerà la premiata fabbrica di Birra ed acque gassose G.Menabrea & Figli. Inizialmente in società con Anton Zimmermann, Gressonaro che viveva ad Alpenzù, e in seguito gestita esclusivamente dalla famiglia Menabrea, questo perché Anton Zimmermann già proprietario di un Birrificio nella città di Aosta, vorrà concentrarsi esclusivamente sulla sua fabbrica nel Capoluogo della Regione.

Zimmermann aprì la sua birreria ad Aosta, sul lato orientale dell'attuale Piazza Chanoux nel 1837 dopo aver appreso l'arte da mastri birrai stranieri, fondò l'azienda assieme a Giuseppe Menabrea e ad un'altro Gressonaro, Fèlix Réal. Nel 1846 sciolse la società con Fèlix per gestire da solo la fabbrica. Giuseppe Menabrea non si occuperà mai direttamente dell'azienda di Aosta. In Relazione a Zimmermann non si può non citare Francesco De la Pierre, Gressonaro molto intraprendente che da alcuni documenti sembra addirittura precedere Anton nella produzione di birra ad Aosta.

Anche se la fabbrica dei Menabrea risiedeva a Biella il legame con Gressoney si mantenne costante tant'è che Giuseppe fece costruire in località Tschôkke, accanto alla strada Regionale della Valle del Lys, Villa Menabrea (vedi foto di copertina). 

Giuseppe Menabrea morì a Gressoney il 18 aprile 1881 e la sua tomba monumentale è tuttora visibile presso il cimitero di Saint Jean.

 

Quattro furono le famiglie Gressonare che nel corso dell'800 si occuparono di produzione birraia: Menabrea, Zimmermann De la Pierre e ancora non citata, la famiglia Beck-Peccoz.

Nel XVIII secolo, un giovane Joseph Anton Beck, partì da Staffall per raggiungere la Baviera, artigiano con grandi capacità lavorative aprì qui una fonderia che negli anni a seguire ebbe grande successo portando innovazione sia in campo tecnico che in campo sociale, introducendo le prime forme di assistenza per i dipendenti. I meriti in ambito sociale vennerò riconosciuti dal re Ludwig di Baviera che conferì ad Anton il titolo di Barone. La fusione dei due nomi Beck e Peccoz avvenne con la nascita della figlia di Joseph e Angela De la Pierre Gisella, registrata con il doppio cognome Beck-Peccoz.

Joseph ebbe inoltre tre figli maschi nati a Gressoney: Luigi, Antonio e Carlo.

Nel 1862 Joseph acquistò dal duca Max di Baviera, il padre della famosa principessa Sissi, tutti i beni del monastero di Kühbach fra cui una birreria originariamente appartenuta ai monaci Benedettini; da allora la gestione è in mano alla famiglia Beck-Peccoz.

Joseph morì nel 1882 e lasciò in eredità la birreria al figlio Carlo, egli non avendo figli la lasciò in seguito al nipote Amedée Beck-Peccoz padre di Humbert, Karl e Margaretha i quali ereditarono a loro volta la birreria dal padre. Non avendo figli nessuno dei tre, Humbert adottò Federico Beck-Peccoz, un suo nipote appartenente al ramo della famiglia Beck-Peccoz.

Federico trascorse molto tempo in Germania dallo zio ad imparare il tedesco e a prepararsi per la gestione della birreria che passò nelle sue mani nel 1973 anno in cui diventò il proprietario di tutti i possedimenti dei Beck-Peccoz a Kühbach.

Egli gestì con successo l'azienda di famiglia e diede un forte impulso alla produzione della Kühbacher Bier.

Oggi l'azienda è gestita dal figlio Umberto assieme al padre.

Dal birrificio di Kühbach, tutti gli anni in occasione della festa patronale di San Giovanni circa 15.000 litri di birra non pastorizzata arrivano a Gressoney, dove ha luogo il Bierfest, un' appuntamento di 4 giorni organizzato dal Gruppo Folkloristico che celebra le tradizioni Gressonare che in qualche modo sono legate anche a questa antica bevanda.

Dello stesso tema

samstag mart

Valle di Gressoney

Enogastronomia

Samstag Märt

Il mercato del sabato
Chnéffléne

Valle di Gressoney

Enogastronomia

Gli Chnéffléne

Polenta concia

Valle di Gressoney

Enogastronomia

Cucina Tipica della Valle del Lys

Artemisia

Valle di Gressoney

Cultura

Artemisia

La Flora di Montagna in Centro a Gressoney
Vigneti eroici

Valle di Gressoney

Enogastronomia

Vini eroici

La viticoltura nella bassa Valle del Lys
Toma di Gressoney

Valle di Gressoney

Enogastronomia

La Toma di Gressoney

Ritrova i sapori della Valle in un formaggio dalla tradizione secolare
Food

Valle di Gressoney

In quota

Cene in Quota - Estate

Scopri la montagna e la sua cucina